ARTE SENZA BARRIERE: LA CAA PER I MONUMENTI UNESCO DI RAVENNA IN GETCOO TRAVEL APP

Roberta Grasso/ Dicembre 4, 2018/ COMUNICATI STAMPA/ 0 comments

In GetCOO Travel, l’app che riconosce i monumenti con una foto, è stata integrata la CAA, la Comunicazione Aumentativa Alternativa. Scopriamo di più.

Logo GetCOO Travel App CAA Ravenna

# ARTE SENZA BARRIERE

Partiamo dal presupposto che la cultura e l’arte, intesa in tutte le sue forme, dovrebbero essere democratiche, accessibili a tutti e senza barriere, specialmente per quelle persone che hanno difficoltà linguistiche e cognitive.
La COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA (CAA), diffusasi dagli anni ’70, ha permesso di risolvere in parte questo problema, attraverso l’utilizzo di simboli grafici e semplici vocaboli. Un linguaggio “aumentato” poiché non si sostituisce a quello tradizionale, ma si affianca, e si pone come “alternativo”, avvalendosi di strategie e tecniche inusuali.

#GETCOO TRAVEL E LA CAA

Scheda Mausoleo Teodorico in CAA GetCOO Travel

A questo proposito opera l’associazione faentina FARE LEGGERE TUTTI, che da anni si impegna nella promozione della lettura tra bambini e ragazzi, con attenzione particolare verso i lettori svantaggiati.
Qualche mese fa l’associazione faentina ci ha coinvolti insieme all’OPERA DI RELIGIONE DELLA DIOCESI DI RAVENNA nel progetto “ARTE SENZA BARRIERE E CAA“. Sin dall’inizio abbiamo creduto molto in questa iniziativa d’innovazione e integrazione sociale, il cui obiettivo era l’integrazione della CAA nella nostra app GetCOO Travel.
Il 1 dicembre scorso presso l’Arcivescovado di Ravenna è stato presentato “Arte senza barriere e CAA”, con un primo esperimento su sei monumenti Patrimonio Unesco di Ravenna (di cui cinque gestiti dalla curia ravennate).

GetCOO Travel App CAA Ravenna mockup

Il progetto pilota prevede infatti l’inserimento della CAA in GetCOO Travel nelle schede di approfondimento del Mausoleo di Galla Placidia, Basilica di San Vitale, Battistero Neoniano, Museo Arcivescovile, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo e Mausoleo di Teodorico.
Scattando loro una foto con GetCOO Travel, l’intelligenza artificiale di COMPUTER VISION li riconosce e l’utente decide se consultare la scheda tradizionale o in CAA.
Dunque, con una fotografia le informazioni diventano accessibili a tutti, anche a bambini piccoli e persone con difficoltà linguistiche.
Il progetto non si limita a questi sei monumenti Unesco. La sfida adesso è quella di integrare la CAA nei principali monumenti italiani.

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*